domenica 23 dicembre 2012

Natale 2012


AUGURI 
DI BUONA SALUTE
solitamente per salute si intende assenza di malattia
ma anche
"Salute è la forza e la capacità di divenire ciò che siamo,superando tutto ciò che lo impedisce"
per giungere allo stato risultante che consiste in
"un armonico concorrere di processi diversi che caratterizzano
 l'uomo al servizio di un idea che segue il senso della vita"
(dr. Harald Kinadeter)
tratto da
Servirsi della Luna - J Paungger T Poppe

venerdì 14 dicembre 2012

Equisetum arvense corretto E. telmateia

Eccolo quà, ho recuperato le foto che avevo scattato l'estate scorsa






Il fusto è composto da segmenti che si inseriscono l'uno nell'altro a telescopio. Non so se la definizione è giusta ma è proprio così, come si vede nella foto. 
Le foglie, che richiamano gli aghi del pino, è fatta di altrettanti segmenti inseriti gli uni negli altri.
Non vi dico cosa sia disegnarla!!!
L'unica parte che mi manca, e che spero di trovare a primavera, è  la pianta femminile che produce le spore. 
Così a primavera lo studio sarà completo

sabato 8 dicembre 2012

Equisetum arvense corretto in E. telmateia - fam. Equisetaceae - parte ipogea



Una delle specie veramente insolite per la sua struttura, è l'Equisetum che noi chiamiamo Coda cavallina. Si tratta di una specie molto antica.Famosa per le sue proprietà dovute ai sali minerali che contiene, vive in ambienti dove abbonda l'acqua. Capita ancora di vederla ai bordi di alcune strade, sistemata vicina ai fossati. Purtroppo proprio perchè la si trova sui bordi delle strade non è possibile utilizzare quella che si potrebbe raccogliere e così per le mie tisane rimineralizzanti, l'acquisto in erboristeria. Quest'estate ho scoperto dove cresce nei dintorni, così ho cominciato a studiarla e con sorpresa l'altro giorno ho visto che c'è ancora, nonostante il freddo. Mi aspettavo che in inverno sparisse, invece eccola lì. Ho raccolto due o tre piante e nel tirarle su, ho strappato anche la parte interrata. Sorpresa! gli stroboli sono già presenti sulla radice, ma non affiorano ancora in superficie. Già pronti per la prossima primavera, se la dormono sotto il terreno. L'Equisetum non si riproduce per seme, come i funghi si riproduce per mezzo di spore rilasciate. Quello che mi piace dello studiare le piante è che non basta incontrarle una volta, per capirle è necessario seguirle per più di un anno, osservarle nel loro ciclo vitale. Allora sì che, anche se non ti ricordi i nomi di tutte le varie parte, puoi dire di conoscere il come, il dove, il quando.


mercoledì 5 dicembre 2012

Habanero peperoncino, varietà chocolade


 A settembre ho riceuto in regalo questo peperoncino . Si chiama Habanero ed è di un bel colore cioccolato. é stato coltivato qui da noi, ma proviene dalla penisola dello Yucatan. Si dice sia uno dei più piccanti e a conferma di ciò, posso dire che, quando l'ho aperto per prendere i semi per la mia coltivazione del prossimo anno, ho subito cominciato a starnutire e non solo, alla fine dell'operazione le mie labbra erano piccantissime. Probabilmente la capsaicina è così abbondante che si volatizza alla grande. Non ho ancora avuto il coraggio di mangiarlo in qualche piatto. Si dice che sia ottimo nel cioccolato. Mi toccherà farmi una cioccolata calda!!!!
Quindi l'anno prossimo avrò 6 specie di Capsicum chinense da seminare. Finchè non le disegnerò continuerò le mie osservazioni dirette. A proposito ecco lo sketch anche se ero indaffarata, ho dovuto 





venerdì 30 novembre 2012

Peperoncini: un raccolto abbondante!








Se penso che solo 15 giorni fa, la coltivazione di peperoncini, mi chiedeva ancora acqua.e che il cotone cominciava a romper la palla per fare uscire  l'interno, mi viene già la nostalgia del caldo.






  Quindi appena previsto l'arrivo della pioggia, ho provveduto al raccolto, che è stato abbondante e che, con soddisfazione, ho messo a seccare sotto il forno a legna. Quest'anno ho deciso di non sradicare subito le piante perchè voglio vedere come si comportano. Dove il clima è mite, sopravvivono all'inverno e così la pianta inizia a produrre fiori appena le giornate diventano della giusta temperatura. Si tratta infatti, di una specie perenne e solo qui da noi viene coltivata come annuale.
Bisognerebbe avere una serra calda.!!
Sicuramente non sopravviveranno, visto che ho già fatto esperimenti ritirandole in casa, ma con scarsi risultati. Penso comunque che non solo necessitano un temperatura mite, per me hanno anche problemi di luce, di tanta luce.


Questa è la pianta in toto del cotone e la dedico a Paola Petrucci alla quale piace tanto. Si, non è al meglio della forma, andando verso l'inverno si sa.



mercoledì 7 novembre 2012

Graphite - Bacello di fagiolo

 Ieri nuovo lavoro.  Esercizio 27  del libro "fundamental-graphite-techniques" Mi piace molto come è riuscito!!!!! Carta Fabriano Artist satin 200mg, matite H4, H2, HB. Lavoro diviso in 2 fasi:  primo creare le  "forme geometriche" che si celano nel soggetto e secondo creare i disegni caratteristici della superficie.

lunedì 5 novembre 2012

Peperoncino pazzo

L'anno scorso vidi la pianta di  questo perperoncino in un vaso in un luogo pubblico e, malgrado una vocina interna mi dicesse di non farlo,  ne rubai un frutto. A Primavera naturalmente piantai i suoi semi, che diedero una sola piantina, che ha fatto solo due frutti. Uno l'ho regalato a mio nipote Stefano, che ha una passione e coltiva diverse specie, e l'altro eccolo qui. é stato il mio modello per approfondire la rotondità.  Ho dovuto ragionare a strati, vale a dire prima ho dato le tonalità di grafite per la sfera e dopo quelle per i singoli spicchi. Il disegno è un disegno accademico soprattutto per la luce che non corrisponde a quella che si vede nella foto.


Prima ho fatto una piccola zucca su lucido anzi su vari lucidi. Praticamente ogni strato di grafite viene fatto su un lucido singolo e poi sovrapponendoli tutti, si ottiene l'immagine finale. Dopo di che, dovevo fare un soggetto simile su carta. Per fortuna avevo ancora il peperoncino attaccato alla pianta!! Serve molto questo insegnamento, perchè praticamente si sdoppia l'immagine: la prima riguarda la figura geometrica , la seconda riguarda le forme caratteristiche del soggetto.  Geniale !!!!

Dimenticavo l'ho chiamato pazzo perchè non ho ancora trovato il suo vero nome. Qualcuno lo sa???

venerdì 2 novembre 2012

GRAPHITE Fondamentali

Sono giunta alla fine del percorso del capitolo dei Fondamentali del libro Fundamental Graphite Techniquesl Ecco alcuni piccoli esempi:



Nel fare le 23 tavole di esercizio e studio, ho notato quanto si diano per ovvi certi passaggi, che invece necessitano di una consapevolezza maggiore.
Ecco l'esercizio 23

il cui risultato mi piace molto per la delicatezza.
Certo è che, quando sono giunta allo studio di pieghe e riccioli, che variano  per direzione (verso di me o in dietro, verso l'esterno) e per inclinazione, ho dovuto veramente concentrarmi. 
Non mi ero mai resa conto della loro difficoltà!!
Inoltre il mio occhio ,a furia di lavorare su strati leggeri, nota molto di più le varianti di tonalità. 
Insomma  "anche l'occhio vuole la sua parte".... di allenamento!!!
Devo riconoscere che ho fatto bene a consolidare la mia tecnica oltre al fatto che il lento fluire, passo per passo, del lavoro senza avere alcuna meta da raggiungere in tempi prestabiliti, ma rispettando il mio tempo di essere umano, mi ha donato nutrimento

mercoledì 31 ottobre 2012

FLORA PICTA - Verona - Inaugurazione ed apertura


Il discorso di apertura  tenuto dal Direttore del Museo Miniscalchi- Erizzo e dalla Contessa Francesca Marzotto Caorta (Cosigliere della Fondazione) ha spiegato che questa mostra rende omaggio a Jacopo Ligozzi  (1510 - 1576) che nacque e visse qui a Verona.

Una mostra ben organizzata in una sala perfetta per l'illuminazione e per l'armonia del percorso. Le opere esposte documentano quanto gli artisti italiani stiano mantenendo viva l'antica nostra tradizione d'arte e scienza. Stupore suscita la precisione di alcune tavole sia per la fedeltà degli aspetti botanici che per il colore:
alcuni soggetti sembrato essere stati appoggiati sulla carta!!!

Faccio i miei complimenti a Claudine Pasquin per la tavola "Daucus carota", a Lidia Vanzetti per le sue tavole sui piccoli frutti e a Patrizia Pezzolotto per le due specie eccezionalmente ritratte.
Mi piace il  sobrio catalogo della mostra  per la sua semplicità che permette alla "natura" di essere regalmente protagonista dell'avvenimento.
Complimenti  a FLORAVIVA!  anche per la cordiale accoglienza offerta la bureau.

Invito tutti artisti ed amatori ad andare a vedere questa mostra soprattutto la domenica perchè sarà possibile osservare   il "divenire" di un lavoro botanico dal vivo. NON MANCATE !! un occasione da non perdere, ve lo posso assicurare!!!!!!


mercoledì 24 ottobre 2012

FLORA PICTA .Mostra di FLORAVIVA a VERONA

via San Mammaso, 2/a
V E R O N A
Apertura dal 31 OTTOBRE al 2 DICEMBRE 2012 
orario. 11.00-13.00 e 15.30-19.00

oltre all'esposizione di pittura botanica contemporanea, si terranno due conferenze:

  • Giovedì 15 Novembre 2012 ore 18.00:

Patrizia Pizzolotto, naturalista e pittrice botanica: "Piante dipinte. Funzioni e significati della pittura botanica"

  • Martedì 27 Novembre 2012 ore 18,00
Francesco Bianchini, già Conservatore della sezione botanica del Museo di Storia naturale di Verona: "Hortus pictus, hortus siccus, hortus vivus. Dall'illustrazione botanica all'erbario"


DIMOSTRAZIONI PRATICHE DI PITTURA BOTANICA

  • Domenica 11 Novembre - ore 16.00  Renata Bonzo
  • Domenica 18 Novembre - ore 16.00  Silvana Rava
  • Domenica  25 Novembre -ore 16.00  Roberta Mattioli
  • Domenica    2 Dicembre - ore 16.00  Roberta Sarchioni





venerdì 19 ottobre 2012

Fiore di Cotone

Vi ricordate il cotone del quale avevo disegnato il frutto? Ricordate anche che avevo detto  che il fiore nasce di un bianco pallido e si trasforma fino a diventare un magenta? Bene a testimonianza del suo mutare ecco alcune foto





con insetto










Proprio bello !!!!!!



mercoledì 17 ottobre 2012

Graphite: continuous tone - impugnatura





A giugno, guardando un video di tecnica di matite colorate, notai  con sorpresa che l’artista impugnava la matita in un modo insolito: l’azione  era non curante rilassata, tipica dell’abitudine.
L’artista prendeva la matita  in cima dalla parte opposta e non vicino alla punta. Naturalmente questa osservazione cominciò a frullarmi in testa, convincendomi sempre più che non era un caso. Purtroppo non riesco più a trovare quel video. Penso sia stato il video di prova che  Jacqueline Pemberton pubblicò su facebook Botanical Artists Group . per poi produrre l'edizione  in dvd.

Solitamente la matita si impugna vicino alla punta: anche se è molto personale la distanza.
Ecco la foto

Invece questa impugnatura si effettua prendendo la matita in cima dalla parte opposta. Così come nella foto

Ora in questa posizione la punta appoggia sulla carta col suo peso, nessuna forza è impressa dalla mano. La mano genera un movimento orizzontale  che provocava l’oscillazione della punta sulla carta. Pensate al pennino che scrive sui rulli dei sismografi, solo appoggiato ma determinante. In questo modo si effettua l’apporto della grafite sulla carta costruendo i vari strati fino a raggiungere il tono  desiderato. Praticamente corrisponde alla tecnica delle velature in acquerello.  Per essere sincera penso che, chi insegna probabilmente trasmetta questa tecnica, mentre per gli autodidatta deve essere una scoperta, come nel mio caso. Ho fatto una ricerca su libri italiani, ma non ho trovato nulla. Sul libro Fundamental Graphite Techniques, invece, è la tecnica di base per il “tono continuo” e ne riporta la spiegazione oltre  a diversi esercizi.
Come si può notare è "FONDAMENTALE" tornare ai “FONDAMENTALI” di una tecnica. Come dice Katie Lee: allo stesso modo che un cantante o un musicista dedica molte ore all’ esercitazione, così un artista deve ritornare alle basi per migliorare e rafforzare la sua arte.

Colgo anche l’occasione per scusarmi per il lungo silenzio, ma a volte la vita normale assorbe tutto il mio tempo e quindi faccio ciò che posso. So che comprendete benissimo!!!!!!!!!!! grazie

domenica 9 settembre 2012

FOTO COTONE

IL FRUTTO INIZIA  A FORMARSI
FIORE APPENA SBOCCIATO



SEPALI VISTI DA SOTTO

venerdì 7 settembre 2012

Gossypium erbaceum - cotone

La pianta del cotone non può non piacere per le sue particolarità:

il fiore nasce con una tonalità gialla, passa poi al bianco e prima di cadere si accende di viola,
i frutti invece nascono così come in questo mio studio e poi si evolvono in una sfera "cicciotta" abbracciata da tre mani :
Ho disegnato anche il retro dei sepali perchè ci vedo un pupazzo con due occhi e naso (gambo spezzato)

lunedì 3 settembre 2012

Daniel Smith Watercolours

Recentemente ho ricevuto richiesta di info sugli acquerelli Daniel Smiths . Invece di rispondere via e-mail, ho pensato che potrebbe interessare anche ad altri artisisti.
Purtroppo, che io sappia, questi acquerelli non sono venduti in Italia.
 A Milano, zona Brera, si trovano sfusi  solo Winsor & Newton e Sennelier,  in scatole gli Schmincke, che a Torino si possono travare sfusi.
Ho acquistato Daniel Smith da KEM BROMLEY ART SUPPLAY  attraverso il loro 
http://www.artsupplies.co.uk/cat-daniel-smith-watercolours.htm
Premesso che questi acquerelli sono solo in tubo e quindi la quantità di colore è superiore a quella di un godet, il loro costo può apparire alto, per questo  trovo veramente utile acquistare prima i campioni di colore che si vendono sul link http://www.artsupplies.co.uk/item-daniel-smith-watercolour-238-dot-try-it-card.htm, ed in seguito, dopo averli provati e scelti, comperare secondo le proprie necessità.
A proposito di queste "carte colore" sono una grande invenzione e sarebbe utile che anche le altre case produttrici le mettessero a disposizione dei clienti.
Una riflessione:
normalmente i colori in tubo sono più carichi di pigmento per cui sono adatti a coloro che usano poche velature anzi direi quasi perfetti per  l'apporto unico di colore , a maggior ragione i DM richiedono questa scelta oppure una diluizione maggiore. Suggerisco quindi di provarli e riprovarli al fine di fare acquisti validi.
Ritornando a Kem Bromley, ho acquistato anche degli Schmincke: sono dei buoni venditori che danno la possibilità di scegliere varie marche in una spedizione unica,oltre a fornire un servizio tempestivo ed ottimo.
Se qualcuno di voi conosce dove in Italia vengono venduti i Daniel Smith, sarei felice di riceverne notizia.

lunedì 27 agosto 2012

VESPA ?

Ieri ho trovato questo insetto morto.
 é ben conservato e dovrebbe essere una vespa anche se di taglia un pò più grande del solito.
Una buona opportunità per uno studio veloce 
Certo che è complicata: zampe  ed antenne tutte a sezioni con peletti vari, la faccia
composta da tante parti , il corpo da dove partono le zampe è composto da varie sezioni che i peli oscurano. Insomma ........
Ma la cosa che è incredibile è che avvicinandomi con la lente sentivo l'odore della decomposizione. Del resto se è difficile farle quando sono morte, chissà da vive!!!!!!!!!
Quindi non potevo perdere l'occasione.
Da notare comunque che, essendo morta, le antenne sono rivolte in basso e non in alto come dovrebbero.

venerdì 24 agosto 2012

Fundamental Graphite Techniques di KATIE LEE

 Oggi sono felice: da tempo guardavo questo libro




 e finalmente è successo che... la mia amica Monique, venuta direttamente dal Canada,  me lo ha portato. Già l'anno scorso volevo acquistarlo, ma il costo di spedizione era altissimo, praticamente alla fine costava il doppio. Cossicchè alla prima occasione l'ho fatto acquistare direttamente. Ora è qui di fronte a me e sapete che vi dico?....... : ho fatto proprio bene!!!!
Da quando ho visto i lavori della disegnatrice  Tangerini del

Catalog of Botanical Illustrations
Department of Botany, Smithsonian Institution

http://botany.si.edu/botart/artistGallery.cfm?myArtist=Tangerini,%20A&inWindow=no
 mi è ritornato il desiderio di lavorare in graphite e così tutto è andato a ruota.
Chissà perchè? Molte volte coviamo per anni desideri che poi per un susseguirsi di eventi casuali, si materializzano. In questi casi, mi dico sempre:
 si vede che deve essere, non posso fare diversamente!!!! Ed allora eccomi con un nuovo programma.

Vi invito anche a vedere questi:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151103705003287.456914.102652848286&type=3
http://botanicalillustration.blogspot.it/2012/08/film-pencils-on-drafting-film.html

Per il fascino della grafite non si può resistere al desiderio di fare: appena il caldo cala, naturalmente, perchè è impossibile lavorare in questo clima. Però, volendo riflettere, il caldo ha un aspetto positivo: a furia di sudare e bere acqua tutti i liquidi del corpo si sono ricambiati rinnovando le ns cellule e via............... si ritorna in forma!!!!!!!!

sabato 18 agosto 2012

martedì 31 luglio 2012

Liebster Blog Award assegnato da http://ritavaselli.blogspot.it

Ricevere da Rita la nomination di Liebster Blog  è stato un pò come quando da bambini o adolescenti, un'amica ti diceva " VUOI DIVENTARE LA MIA AMICA DEL CUORE?" . Lo stupore lasciava il posto al senso di completezza e così da individuo singolo si diventava un "duo". Quelle erano le prime esperienze di condivisione personale: emozioni naturali e leggermente complicate allo stesso tempo. Oggi che la vita è così elaborata la semplicità affettuosa di Rita è un bel dono:      grazie Rita certo che accetto !!!!
Accettando il premio dovrete scrivere cinque cose che gli altri non sanno di voi e assegnarlo ad altri 5 blog  che amate particolarmente ,che abbiano  meno di 200 followers, avvisando i destinatari.
Ora tocca a me assegnare il riconoscimento ai 5 Blogs che preferisco. Ecco qui:
Ora ecco le cinque cose che gli altri non sanno di me:
  • Ho giocato a tennis quotidianamente quasi come andare all'oratorio da ragazzi e mi sono molto divertita,
  • Pratico yoga da una vita;
  • a 33 anni ho studiato pianoforte per tre anni e poi ho smesso perchè mio figlio, quando l'aspettavo,si agitava troppo nel mio pancione. Ora però lui suona!
  • Sono appassionata di "grafoanalisi". Ho fatto dei corsi e sogno di andare all'Università  di Torino a studiarla;
  • Ho un bel difetto regalatomi dall'età matura: odio lo sperpero, l'eccesso che danneggia l'armonia dell'universo. A volte anche questa mia avversione è un eccesso che, detto tra noi, non mi fa brillare di simpatia e che cerco di mediare con me stessa.

lunedì 9 luglio 2012

Pulmonaria Officinalis






Arrivata direttamente dalla montagna questa specie richiede uno studio veloce: ricoperta di peli e di macchie più chiare, presenta dei luccichii strani sulla pagina superiore della foglia. La peluria si distribuisce dallla nervatura centrale verso l'esterno e non è fitta, ma rada. Sia le macchie che i "brillantini" non seguono un ordine, ma sono sparsi qua e là. Anche se nella scansione non si vedono ho distribuito dei piccoli luccichii con il  medium iridescente della Winsor . Guardando  in sbieco si possono vedere e la foglia sembra vera.




lunedì 2 luglio 2012

Hepatica nobilis Mill., ranunculaceae

 Oggi ho fatto un piccolo studio sulla foglia dell'Hepatica. A primavera l'avevo notata nel bosco, con quelle sue foglie così strane e il fiore, difficilissimo da fotografare perchè il suo colore in fotografia non è mai quello vero. Feci un piccolo studio sul mio Sketchbook, e lo lasciai in archivio (il mio dimenticatoio). Adesso che ho potuto recuperare una foglia grazie alla mia amica Bernadette, ho studiato le nervature della foglia. Certo che con questo caldo afoso si può solo usare la matita, tutto appiccica ed è difficili non fare danni.

Questo è un piccolo studio, ma ultimamente mi sono entusiasmata guardando le tavole di documentazione   scientifica sulle specie:
Illustrations by Tangerini, Alice R. from the Catalog of Botanical Illustrations Department of Botany, Smithsonian Institution
il lavoro dell'Illustratrice
Intervista con l'illustratrice Tangerini, che ora disegna con un solo occhio per problemi di vista.Una donna affascinante e veramente eccezionale.
Questo invece riguarda  Margaret Flockton  altra illustratrice scientifica da prendere come ispirazione. 
http://www.rbgsyd.nsw.gov.au/education/art_and_illustration/botanical_illustrati

Anita Walsmit Sachs ha ricevuto il riconoscimento per lo studio Lephisantes s. al M: Flockton Award 2012. Davvero una tavola eccezionale. Osservarla insegna molto. Lei è stata mia esaminatrice durante il  Distance Diploma Course dell  SBA http://www.soc-botanical-artists.org/distance_learning_diploma_course.php

 Queste donne di eccezionali capacità stimolano l'interesse artistico e scientifico di chi si avvicina loro. All'inizio incontrai Margaret Mee's ed ora loro: avere delle figure alle quali fare riferimento mantiene in vita la passione.
Naturalmente    mi cimenterò nell'uso dell'inchiostro con la tecnica che ho osservato seguendo le immagini che vedrete nei link.



http://www.anitawalsmitsachs.nl/Openingspagina.html