giovedì 13 dicembre 2018

XI MOSTRA ARTISTI SIRMIONESI - PALAZZO CALLAS SIRMIONE



Alla XI Mostra  Collettiva Artisti Sirmionesi sono esposte 2 delle 12 tavole lignee che decorano 16 metri del muro  esterno dell’Hotel Olivi a Sirmione.


Lavoro a quattro mani di due artiste amiche:
Renata Barilli e Paola Petrucci
Che hanno riprodotto flora e fauna presente sul territorio sirmionese. Il fondo
delle tavole si ispira al colore della roccia della penisola  di Sirmione.






lunedì 26 novembre 2018

COLORE ? questo sconosciuto


Il colore pur essendo elemento importante nella vita di tutti, è quello che è più difficile da definire con le parole e non solo. Anzi si può dire che abbiamo una scarsità di vocaboli a disposizione per discuterne con precisione. Per esempio si puo' dire:
 un rosso che tende all'arancione o un rosso che tende al viola.
Ma questo è vago !
 perchè quanto arancione? o quanto viola? e se aggiungessi: con qualche accenno di giallo? quale giallo? acido o caldo? oppure mi sembra di vedere che vira al blue, e' possibile?
 e così via............
 Qualche riflessione:
  • vediamo tutti gli stessi colori, gli stessi toni? la stessa saturazione?
  • gli insetti vedono una gamma di colori più estesa di noi per via degli ultravioletti. Forse che abbiamo organi diversi? riguarda i fotoricettori
  • le piante usano il colore per comunicare:il mio polline è pronto, i miei ovuli sono al momento giusto, il mio frutto non è maturo, il mio frutto è maturo ma anche il seme che racchiude......
  • l'intensità della luce rende i colori diversi: provate a guardare un colore in Italia e lo stesso in un paese nordico. Che differenza!!
  • il colore è  solo pigmento?
  • il colore ha a che fare con la temperatura?  si parla di colori caldi e freddi?
  •  il colore  è reale o soggetto all'assorbimento o non assorbimento delle onde luminose?
  • il colore dipende anche da come sono disposte le molecole sulla superfice?
  • il colore ha anche un aspetto sensoriale? intendo dire che a voce potrei definire un colore che sembra morbido come un velluto, secco come una polvere, argenteo come il ghiaccio........
Ci sarebbe molto da approfondire. 
Però debbo dire che descrivere con le parole il colore permette di capirlo di più.
Almeno per me che mi occupo di fiori, piante eccetera.

Per una intesa precisa del colore è stato inventato il PANTONE che attribuisce un numero di riferimento ai colori ( ricorda le vecchie carte dei colori della tinteggiatura dei muri, che mi piacevano molto e che riceverle in regalo dal colorificio era un lusso).
Uno dei più famosi, riguardante la Natura,  è quello di Wermer che lo espose nel libro 

Ho provato ad usare un pantone on line  ma il mezzo rende insicura la classificazione visto che basta una taratura diversa della luce dello schermo per farti impazzire.
Altre soluzioni??
L'acquerello ed altri medium si rifanno al Color Index Generic Name o numero internazionale dei pigmenti usati per fare il colore composto da P  (pigmento) seguito dalla lettera con cui inizia il nome del colore in inglese (es. PV x viola, PB X BLUE, PY x giallo,....)  ed il numero del pigmento
esempio PG18  per il verde viridian.
Se faccio un colore con due pigmenti diversi avrò un colore che varia
dalla quantità dell'uno e dell'altro. Quindi anche questo impreciso.
La conclusione è che non si sa cosa fare.
 Un suggerimento è x noi artisti:
non gettare mai via l'involucro che porta il nome del medium perchè riporta molte altre info come il n.pigmento, la trasparenza, la resistenza nel tempo.

Naturalmente suggerisco anche di guardare  le spiegazioni delle tabelle dei colori della casa produttrice che una volta ti davano quando li acquistavi e che ora devi consultare sul sito.
Dimenticavo esiste anche il RAL  che riguarda le vernici.
Ma a questo punto STOP!
Ora che la confusione è aumentata, non resta che .............approfondire.
Buon lavoro!!!




lunedì 5 novembre 2018

RANDOM SKETCHING - CORSO UNIVERSITA' DEL GARDA ANNO 2017


Durante uno dei corsi tenuti per l'Università del Garda a Desenzano per rendere più unito il gruppo proposi un lavoro sulle foglie a random. L'idea mi era venuta guardando un video di arte botanica che mostra il lavoro di tre famose artiste Jacqui Pestell, Işık Güner and Sharon Tingey, che insieme lavoravano al ritratto
dell'Amorphophallus Titanum a grandezza naturale.  Infiorescenza più grande del mondo, che spero prima o poi di vedere dal vero in qualche orto botanico.
 Notare che fu scoperto per la prima volta da un italiano ( leggere: Esploratori perduti, Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine ottocento).
Il video mi è piaciuto molto: 
come si sono alternate al lavoro,
 il clima collaborativo
 ed il magnifico risultato.


Così ispirata, ho invitato le mie allieve a lavorare ad una tavola dove nulla appartenesse a qualcuno!
Esattamente così: chi disegnava poi si spostava sull'altra foglia lì accanto a mettere il colore, poi su un'altra a mettere nervature. Insomma un girare a caso e lavorare.
Questo non possesso del soggetto 
ha sciolto la mano di tutte, portando armonia. Complimenti alle autrici.
L'originale è stato regalato all'Ufficio Cultura del Comune di Desenzano.

Devo dire che lavorare al medesimo soggetto con altre persone è davvero magico.

Presto vi racconterò di un opera  su tavole di legno per un totale di 16 metri lavorato a 4 mani con Paola Petrucci, mia amica artista. 
Era un mio sogno fare come le artiste dell'Amorphallus Titanum.!


martedì 16 ottobre 2018

GLI ALBERI HANNO UN NOME



Quante volte sento dire:
come mi piacerebbe sapere il nome degli  alberi !
ed allora..........perché non imparare???
Vieni al  Paesaggio Garda Festival!!
SALO'  MADONNA DEL RIO  -  Dom. 21 ore 14,30
DESENZANO  PARCO DEL LAGHETTO - Sab. 27 ott. ore 14,30
porta la tua curiosità
ti aspetto

domenica 7 ottobre 2018

UNIVERSITA' DEL GARDA - anno accademico 2018/19 - CORSO DI DISEGNO FLOREALE


Come  consuetudine si aprono le iscrizioni ai corsi dell'UNIVERSITA' DEL GARDA di Desenzano. 
Quest'anno la mia proposta riguarda i 
FIORI
8 incontri 
nell'aula didattica del Museo Rambotti 
per ritrarre il loro fascino.

Queste sono le indicazione per iscriversi



Sarò felice di averti con noi!!

martedì 11 settembre 2018

BIG DRAW 2018 - VILLA ROMANA DESENZANO


Al via  BIG DRAW Festival del disegno che si terrà 
dal 15 settembre al 14 ottobre in tutto il mondo.

BIG DRAW è un'associazione no profit che si occupa di diffondere il "disegnare" e riesce a far disegnare simultaneamente oltre 7.000. 
vuoi partecipare anche tu? 
vieni alla Villa Romana  a Desenzano (centro storico)
 sabato 15 settembre ore 15,30 . 
ingresso gratuito fino a 18 anni e € 4 per adulti.
Fabriano quale sponsor italiano, fornisce la carta per disegnare.
Io condurrò l'incontro
 dove
potrai creare un tuo mosaico di mosaico
oppure in coppia con un amico, creare in condivisione 
l'idea che vi ha illuminato. 
Tutta la famiglia può prendere spunto dai mosaici geometrici per ideare il famoso mosaico di famiglia.
Si può completare un mosaico di cui si vede solo una parte........e molto altro..
Importante è esserci ed esprimere la creatività che si sprigiona da questo luogo .
Vi aspetto 



In caso di pioggia l'incontro è rimandato a sabato 29 settembre

mercoledì 8 agosto 2018

ORTO BOTANICO DI PADOVA - SKETCHING CON GLI STUDENTI

L'Orto Botanico di Padova è un luogo speciale, come del resto tutti gli orti botanici, dove le piante ti raccontano di biodiversità, di storia, di viaggi, di medicina, di scienza, di tradizione........ e quelle delle nuove serre ti raccontano di progresso, di tecniche all'avanguardia......
Tutto questo è la parte vivente che affascina, trastulla e dona bellezza, ma il 
tesoro
quello non vivente, è riposto nell'archivio botanico che si può visitare a richiesta. 
Rossella che accoglie e racconta è speciale nel mostrare e
descrivere la raccolta di semi
il contenuto dei cassettini del mobile delle alghe,
l'armadio delle noci di cocco da palme di tutto il mondo,
le migliaia di fogli di erbari.......





Quest'anno ci sono andata quattro volte in varie occasioni: sempre imparo qualche cosa di nuovo e sempre la mia anima si nutre dell'antico legame con la Natura.

Amo questo luogo, spesso ne parlo e 
sono felice quando accendo la curiosità ed il desiderio di visitarlo.

A primavera ho accompagnato in visita gli studenti dell'Istituto Bazoli di Desenzano, sezione CAT  Costruzione Ambiente Territorio ed abbiamo fatto un laboratorio di sketching libero ispirandosi ad un soggetto che ci ha affascinato.
 I ragazzi inebriati dal tutto, contaminati dalla bellezza, hanno fatto lavori speciali ad acquerello.


Un'esperienza indimenticabile per tutti. 
Grazie alla Prof. Silvana Meloni che accoglie e rende possibili progetti nuovi e grazie agli studenti che  "hanno dato".

giovedì 12 luglio 2018

Corso di disegno botanico scientifico all'Aia da Anita Wallsmit Sachs




Questo è il mio secondo corso di disegno botanico scientifico. L'anno scorso avevo fatto quello di base dove si imparano le regole fondamentali  del disegno scientifico, l'utilizzo del microscopio 
e la tecnica ad inchiostro.  Quest'anno invece ho imparato a lavorare gli ingrandimenti ad acquerello e sono soddisfatta di ciò che ho appreso. Per esperienza so che quando fai un corso hai la percezione di inadeguatezza, ma poi quando rientri e ti metti al lavoro senti che il nuovo è dentro di te ed hai  una carica e una voglia di fare che vai a mille miglia. Hai nuovi amici con i quali continuare a chiacherare.
Da Anita poi si sta veramente bene: il suo insegnamento eccellente, i libri e tavole a disposizione,  l'ambiente di studio ultramoderno e luminoso, le chiacchiere mentre mangiamo allietano lo scambio culturale con gli altri paesi, la cucina invitante.

2018

2017
Inoltre tutti insieme contempliamo i nostri lavori e coviamo i ns pensieri!


sabato 7 luglio 2018

L'invenzione della Natura - Alexander Von Humboldt


Avreste mai pensato che già verso la fine del 1700 la biodiversità della terra fosse in pericolo?
Che uomini di scienza, durante le spedizioni alla scoperta di terre sconosciute, 
rilevassero già allora il danno operato dall'uomo coloniale?
Nonostante le scienze fossero suddivise in specifici settori, il viaggiatore si trovava ad osservare un’UNITA' armoniosa che funzionava perfettamente perché la varietà dei suoi soggetti,  pur utilizzando le differenti caratteristiche di base, risolveva  i problemi di sopravvivenza del “sistema natura” in maniera SOSTENIBILE.
Alexander Von Humboldt, amico di Goethe, fu il primo a considerare la terra come un UNICO ORGANISMO vivente e in questo libro  “L’invenzione della Natura” si racconta  di come sia giunto a questa felice conclusione.
Durante il suo viaggiare scientifico in tutte le direzioni del globo raccolse un’infinità di dati e promosse le sue idee presso tutti gli studiosi del tempo.
Come un direttore d’orchestra dirigeva il progresso scientifico riguardante la NATURA.
Scienziato nell'anima, abile comunicatore, mentore di  giovani studiosi , cartografo e disegnatore speciale portò a nuova vita il mondo scientifico, lo alimentò col suo flusso incessante di idee, di curiosità, di nuove esplorazioni  per confrontare i dati  raccolti in  ogni parte della terra.
Se oggi fosse in vita sarebbe ancora protagonista.

Riflettendo:
non puoi dedicarti a disegnare la NATURA senza conoscere cosa ci ha portato fin qui nella forma  mondo attuale, non si può non essere ispirati dai grandi uomini di scienza.

Come dico sempre, il disegno botanico è poliedrico!
 Non solo disegno ma porta con sé molto, molto di più …..a noi la scelta di cosa:
 botanica? entomologia? storia?  geografia? biologia?geologia ? meteorologia ? etnografia,……




domenica 1 luglio 2018

lunedì 25 giugno 2018

FLORARTE - Galleria Antichi Forni - Macerata





Programma della Mostra
29 Giugno ore 17.30 - Inaugurazione e apertura con:
Romano Carancini, Sindaco di Macerata
Stefania Monteverde, Vicesindaco e Assessore alla Cultura di Macerata
Franco Pedrotti, Professore emerito dell'Università di Camerino, con la presentazione: "L'iconografia botanica da Pietro Andrea Mattioli ad oggi"

30 Giugno ore 17.30 - Presentazione
Fabio Garbari, già Direttore dell'Orto botanico di Pisa, presenterà un intervento dal titolo "Flora autoctona, un patrimonio biologico e culturale da salvaguardare".
Ingresso libero

Una mostra nata dall'idea di collaborare semplicemente tra di noi e di crearla a turno nei propri luoghi. Grazie a Nadia Farotti che ha realizzato la prima e grazie a Laura Curioni e Simonetta Occhipinti che hanno collaborato all'organizzazione  perfetta. 
Purtroppo non sarò presente all'inaugurazione e me ne scuso, ma sono in Olanda a DEN HAG a frequentare il corso "SCIENTIFIC ILLUSTRATION" tenuto da Anita Walsmit Sachs 

mercoledì 20 giugno 2018

Magnolia grandiflora

Quando prepari una mostra, vai a rivedere tutti i lavori che hai fatto e scopri quanto hai lavorato.
Alcuni non te li ricordi più!

Questo ad esempio, è stato esposto al
SILVER JUBILEE EXHIBITION 
della Society of Botanical Artists di Londra
nel 2010 
Mi ricordo che sulla copertina del catalogo c'era una magnolia col fiore ed io avevo fatto il frutto!!!

Bello mi piace molto ed ho deciso che merita un'altra mostra
e quindi lo espongo alla mostra 
FLORART 
 che si tiene alla Galleria degli Antiche Forni
 a Macerata dal 29 Giugno all'8 luglio p.v.


sabato 9 giugno 2018

FESTA DEL SOLSTIZIO D'ESTATE NEGLI ORTI BOTANICI DELLA LOMBARDIA - ORTO BOTANICO "G.E.GHIRARDI" TOSCOLANO MADERNO


LA SINERGIA DELL'UOMO CON LA TERRA ED IL COSMO, 
CREA ANCHE
 L'OCCASIONE DI INCONTRI INTERESSANTI.
 PERCHE' NON ESSERCI ????????
O PERCHE' ESSERCI???????
UNITISCI A NOI

SABATO 16 GIUGNO 
DALLE 10 ALLE 12
DALLE 14 ALLE 17


mercoledì 23 maggio 2018

DEVAD ARTE - Cascina San Vigilio - Lonato del Garda

 Incontro per ritrovarci
 artisti e non, 
ma amici sì.
per stare nella Natura, 
rallentare i ritmi e.......
respirare nel silenzio della nostra arte.





VI ASPETTO
 DOMENICA 27 MAGGIO 
ORE 15 
PER DISEGNARE 
INSIEME

venerdì 11 maggio 2018

ORTO BOTANICO G.E. GHIRARDI - Fascination of Plants Day 18-19 maggio 2018


Quanto può essere bello trascorrere una giornata in sintonia con la natura che si mostra rigogliosa nella sua bellezza ?
  come sarà arrendersi al suo fascino? e come sarà conoscerne qualcosa di nuovo?
Un' occasione da non perdere! 

e tu cosa fai? ti unisci a noi?

ti aspettiamo

giovedì 26 aprile 2018

DISEGNAMO L'ARTE - VILLA ROMANA A DESENZANO


ha ospitato appassionati di arte, famiglie con bambini, appassionati di sketching, turisti di passaggio:
un evento di successo.
Lo sketching spiegato brevemente ha attivato nei partecipanti la voglia di disegnare con tranquillità, fuori dagli schemi tradizionali, in libertà.




Il clima che si è creato è stato amichevole: la guida condotta delle operatrici del museo ha raccontato la vita nella Villa Romana, accendendo l'immaginazione.



    OTTIMI RISULTATI  di grandi e piccini. 

             Pubblicato sulla pagina di FB della Villa Romana.
Ho partecipato sabato 7 aprile alla Villa Romana per la rassegna "disegniamo l'arte 20018". E' la prima volta che visitavo la Villa e ne sono stata colpita: mosaici bellissimi e ben conservati, pannelli chiari, grande professionalità e cortesia da parte delle curatrici. Ho poi partecipato allo sketching, una tecnica che non conoscevo, la docente Renata Barilli è donna di grande delicatezza, professionalità e che trasmette la passione e l'entusiasmo dell'arte botanica...ho conosciuto lo sketching ed ora lo appllicherò di certo sia nella mia vita che con la mia famiglia...e già il giorno dopo l'abbiamo messa in pratica al museo archeologico di Desenzano, disegnando i reperti visti nelle teche...ma ciò che più mi affascina è che questa tecnica aiuta davvero a "fermarsi", osservare, domandarsi il perchè....grazie a tutti per ciò che avete donato a me e alla mia famiglia. Maura




GRAZIE A TUTTI di aver partecipato.
Un grazie  speciale alle operatrici della Villa Romana e  a Terry che ci fa sempre delle belle foto.

giovedì 29 marzo 2018

Sketching alla VILLA ROMANA di DESENZANO



Un'occasione simpatica per visitare la Villa Romana di Desenzano,
per ascoltare qualche racconto, per disegnare insieme ciò che ci affascina:
 un mosaico, un pesce, un ulivo o semplicemente qualche margherita nel prato..........


Ti aspetto come sempre.

giovedì 25 gennaio 2018

Hibiscus trionum L.



Anni fa durante un'esplorazione nei campi, Bernadette mi portò a vedere questa bellissima specie che rimane fiorita solo per due ore al mattino. Quindi non attira facilmente l'attenzione se non fosse per le "lanterne" che all'inizio sono boccioli e poi, dopo la breve vita del fiore, si trasformano in frutti al cui interno maturano semi scuri. Fu così che raccogliemmo i semi e comincia a coltivarla sul terrazzo per poterla studiare. A quei tempi iniziavo ad essere affascinata dalla traformazione   che la vita della pianta manifesta e che si osservano a occhio nudo. La scorsa estate ho potuto dedicarmi a lei con cognizione di causa. Nel senso che l'ho esaminata con occhio botanico e non solo contemplando la sua bellezza.
Ora ne sto facendo una tavola ad inchiostro e mi piace sempre più.


Dopo aver fatto i vari lucidi, ho fatto le prove di come procedere, come distribuire peli, profondità, scegliere cosa riportare sulla tavola. Il che significa riflettere sulle sue caratteristiche.
Ad esempio:

  • come illustrare che fiorisce dal basso verso l'alto? 
  • come mostrare che ha un calice di sepali normoformati  ed un epicalice con sepali molto sottili (del resto tutte le malvacee hanno l'epicalice)?
  • il fiore ha la parte interna della corolla color magenta scuro disposto a punte convergenti alle nevervature del petalo.Come mostrarle con l'inchiostro?
  • La capsula subisce un continuo mutamento, quindi bocciolo, inizio formazione frutto e maturazione con semi
  • le foglie basali sono piccole e non ancora tripartite, che fare?
Scegliere cosa far stare in un formato A3 (questo è il formato standard delle tavole botaniche) significa prestare molta attenzione a ciò che è importante e ciò che non lo è: come raccontare la vita di una persona!!!

In genere mi baso su cosa mi ha affascinato della specie e dopo averla approfondita vado a consultare la scheda botanica.  L'osservazione diretta è sempre la migliore. Ad esempio nella scheda si dice che la capsula è pelosa solo in alcuni punti specifici. Dalla mia osservazione è tutta pelosa e quindi disegno quello che vedo.
 Questa tecnica di disegno è quella utilizzata per gli archivi degli orti botanici di tutto il mondo ed in Australia esiste un corcorso internazionale Margaret Flockton award exhibition.

lunedì 22 gennaio 2018

CORSO di SKETCHING BOTANICO -UNIVERSITA’ DEL GARDA di DESENZANO Primavera 2018


Sono aperte le iscrizioni al Corso di
  SKETCHING BOTANICO
dell’Università del Garda
che si terrà ogni venerdì dal 13 aprile al 18 maggio  compreso,
 alle ore 15 direttamente in campo ( Oasi San Francesco, Parco del Laghetto, Monte Croce).
 Per iscrizioni contattare telefonicamente l’Ufficio Cultura del Comune di Desenzano 
tel 030 9994161.

Aperto a tutti coloro che sono affascinati dalla natura, che desiderano avvicinarla con occhi nuovi attraverso il disegno quale strumento di conoscenza non superficiale, ma soggettivo.
Ognuno di noi conosce in modo diverso secondo la propria “natura”. 
Stando in campo con se stessi ci attiviamo verso ciò che ci affascina: 
l’ascolto intimo del ns respiro, del ns battito cardiaco ci riporta al ritmo personale, 
che ci mantiene sani e ci riporta alla nostra integrità.

Se pensi di non saper disegnare,
 scoprirai che si puoi imparare come tutte le cose che hai già imparato.






Corso primavera 2016