giovedì 13 luglio 2017

ILLUSTRAZIONE BOTANICA SCIENTIFICA - Anita Walsmit Sachs



Dopo la fase dell'affascinazione dell'arte botanica per le forme ed i colori che l'artista vuole riprodurre con la perfezione che  desidera raggiungere, ci si comincia ad inoltrare nella  "foresta" della vita individuale di ogni entità botanica.
Forse non a tutti capita, ma a me si!
Ebbene lo confesso: a volte è più la curiosità scientifica che mi fa esaminare una pianta ed osservarla durante le varie fasi di sviluppo, che disegnarla. Se inizialmente davo per scontate le regole generali apprese dai testi di botanica, proseguendo ho scoperto che il più delle volte dentro c'è sempre una sorpresa  che rivela quante siano le varianti. Cosicchè alla normalità si aggiunge  una novità, un qualcosa che devi indagare.
A questo punto non dico più :
è così........ma :dovrebbe essere così.......
perchè se non ho visto al microscopio non ho certezza.

Per questo ho fatto un
corso di disegno scientifico al microscopio e
ho fatto molto bene.
Che cosa è il disegno scientifico al microscopio?
L 'osservazione scientifica racconta come vive una specie, quale leggi segue, come si riproduce, a quale mezzo affida l'impollinazione, famiglia, storia della nostra terra...............

Il mio istinto mi spinge sempre verso il passo sucessivo, anche se al momento la scelta sembra non avere uno scopo. Chi l'avrebbe detto  nel 2005 quando inziai il corso di disegno botanico della
http://www.soc-botanical-artists.org/ sarei poi arrivata a tutto ciò?
 Mi chiedevano: ma... e poi cosa fai?  e rispondevo: non lo so! intanto lo faccio perchè mi piace  e poi vedremo. Nella vita tutto ciò che ho imparato mi è poi  servito sempre!.Ma non divaghiamo.

 Piuttosto il corso che ho fatto era tenuto ad AIA in Olanda da ANITA WALSMIT SUCHS famosa per i riconoscimenti ricevuti per la sua attività artistico-scientifica.


Ha lavorato coi botanici dell'Orto Botanico di Leiden  dove tuttora insegna. Anita è stata il mio tutor principale durante il corso SBA per questo mi sono rivolta a lei. Ho imparato molto durante questi 5 giorni sopratutto che se il disegno di base non è perfetto sicuramente non migliora con l'inchiostro. Meticolosità è la prima regola.
Però vi voglio raccontare come è successo che mi sono innamorata del Microscopio, anche se era già nell'aria.
Il mio soggetto era una Malva secca da erbario mentre un'altra studentessa aveva la stessa Malva ma fresca.
Abbiamo fatto la dissezione ognuna concentrata sul proprio soggetto. Amichevolmente abbiamo condiviso le osservazioni e scambiato i microscopi ebbene che differenza!!!! Il soggetto fresco al microscopio mostrava colori bellissimi, particelle tremolanti che irradiavano luce da tutte le parti.

Un senso di vita, di energia. Vedere la stessa cosa morta e viva fa capire cosa sia la luce della vita: ENERGIA PURA!!!!
Interessante vedere le differenze  degli organi interni della pianta disegnati da ognuna di noi.
Stessa pianta con risultati differenti.
Evviva! il corso mi ha ricaricato l'entusiasmo!!


Nessun commento:

Posta un commento