mercoledì 9 marzo 2011

Abutilon theophrasti medicus fam. malvaceae - Cencio molle - Malva indiana

acquerello su carta cm 40x56

Abutilon theophrasti Medicus fam. malvaceae. Questa specie annuale non è nostra, ma si è diffusa sul nostro territorio con la coltivazione della soia. Si è propagata così velocemente perchè i mericarpi pubescenti (a forma di reni disposti a raggiera in una sorta di capsula)  che produce, sono ricchissimi di piccoli semi, tantè che ora è considerata infestante. I suoi frutti molto belli, una volta seccati, diventano  ornamentali. Tutti gli anni, ne raccolgo lunghi rami che metto in un grande vaso di terracotta. Piano piano perdono le foglie e si seccano. D'estate se camminate per la campagna, vi capiterà sicuramente di vederlo ai bordi delle coltivazioni, soprattutto nei campi dove è coltivato il granoturco, che viene bagnato spesso. Infatti ho notato che cresce laddove c'è acqua, perchè quando non beve, assume quell'aria trasandata per cui viene chiamato "cencio molle". Sono contenta di averlo disegnato anche se riprodurre tutti quei peli, non è stato facile ma devo dire che sono soddisfatta dell'aspetto che sono riuscita a dargli: quell'aria vissuta intensamente sotto il sole. Avete notato i verdi delle piante selvatiche come sono sofferti e come cambiano a seconda del momento della giornata???
.
particolare cima fiorita

particolare foglie .

particolare sezioni di frutto a grafite











6 commenti:

  1. Mi piace come sai rendere una pianta che può passare inosservata a suo modo interessante. Inoltre la raffigurazione di cencio molle è veramente riuscita.ciao
    Claudia Veneziani

    RispondiElimina
  2. L'epiteto "cencio molle"se si guarda al dipinto pubblicato (compresi i particolari)diviene "OSSO DURO" se si pensa alla enorme difficoltà che la autrice ha incontrato nel riprodurre la pianticella giustamente -inosservata-con tanta freschezza e delicatezza,specialmente nella acquerellatura delle foglie di un verde così vario
    e sfumato.Complimenti di tutto cuore!

    RispondiElimina
  3. Grazie Pier Antonio,
    mi ha fatto proprio sorridere!!!!!

    RispondiElimina
  4. Riprodotte da te non esistono piante umili o insignificanti,brava Renata e......come al solito COMPLIMENTI.

    RispondiElimina
  5. May I just say what a relief to discover someone
    that actually knows what they're talking about on the net. You definitely realize how to bring a problem to light and make it important. More and more people really need to check this out and understand this side of your story. I was surprised that you're not more popular given that you definitely possess the gift.



    my web page :: heart rate monitors

    RispondiElimina
  6. whoah this blog is fantastic i like reading your articles.
    Keep up the great work! You realize, many people are looking around for this info, you can help them
    greatly.

    Stop by my web blog - pantry

    RispondiElimina