lunedì 28 aprile 2014

CHEPHALANTHERA LONGIFOLIA


Tre anni fa, fu la prima volta che la incontrai  ai margini del boschetto, sulla collina morenica. Ogni primavera l'ho osservata ricrescere qua è là  e sempre sapevo che prima o poi l'avrei ritratta. La guardavo con aria curiosa, con la consapevolezza della sua bellezza. Penso che quest'anno,  non mettetevi a ridere, lei l'abbia fatto apposta per sorprendermi :è cresciuta fino a 55 cm. Mai visto!! Solitamente la misura media varia dai 20 ai 30 cm.Come potevo  resistere: ho dovuto disegnarla, anche per rispetto a lei che mi ha scelto.
 Pensavo fosse facile visto la sua grandezza ma devo riconoscere che mi ha impegnato.



Infiorescenza 



Per rispettare la grandezza reale ho dovuto farla su due fogli.
Mi sono portata a casa un fiore, ma raccolto da un'altra pianta. 
Non avevo il coraggio di prelevarlo da lei.
L'ho studiato con l'aiuto del microscopio elettronico. è incredibile come è fatta la colonna . Mi  appassiona osservare per capire la struttura interna.
Praticamente ho prodotto tutte le possibili informazioni che mi saranno indispensabili quando farò la tavola finale. 
Mi piace e sono felice di queste scoperte.


domenica 20 aprile 2014

Buona Pasqua!

video
Ho ricevuto questi auguri cosi teneri che ho pensato di condividerli con voi 
Auguri con dolcezza!
e grazie a Paola

sabato 19 aprile 2014

Monti Tuscolani detti Comunemente Colli Albani - Seconda parte

Sempre camminando sulla Via Sacra abbiamo fatto incontri particolari.Questi massi segnalavano un bivio. Chissà quale storia racconterebbero!

al bivio

In uno dei nostri giri stavamo salendo, quando ci siamo avvicinate per osservare  dei Narcissus, mi scappa l'occhio e vedo una bella foglia maculata inconfondibile. Guardando meglio eccoti che spunta un bel boccio di orchidea
 Per quanto  ne so io, la posizione è strana perche è cresciuta dove il terreno è franato sulla strada, sotto le radici di un albero. 
Supponiamo sia una Dactylorizia ma quale esattamente non sappiamo.
Paola Petrucci che vive lì, la sta controllando ed il risultato è che per ora è diventata così: una infiorescenza con pochi fiori, bianchi (rarità)


Come si vede nella foto i boccioli stanno facendo la resupinazione, cioè stanno girandosi perchè  nel bocciolo il labello si trova in alto e quindi il fiore deve girare su se stesso per posizionarlo in basso. 
Siamo un po curiose di vedere la fioritura per capire che cosa è esattamente e intanto.......
pensiamo alle altre osservate in quei luoghi: Orchis, Platanthera b, ma di tutte abbiamo visto solo le rosette e quindi saranno ulteriori scoperte.



giovedì 17 aprile 2014

Monti Tuscolani detti comunemente Colli Albani

Come avete visto dal post precedente, mi sono recata all'inaugurazione della Mostra del Concorso Maria Vittoria Croce del Parco dei Castelli Romani e  quindi non potevo non andare alla scoperta di questi luoghi. La base era Ariccia che si trova nel mezzo dei due laghi, da lì ogni giorno siamo andate in giro nei boschi ad osservare le specie. Le ns mete sono state Monte Cavo,Lago di Nemi, la zona del Vivaro, Monte Tuscolo...perchè lì viene segnalata la presenza di  orchidee spontanee. Il luogo che abbiamo percorso in lungo e in largo è stato Monte Cavo, che non ci ha deluso anzi un posto magnifico, che mi piace moltissimo! L'antica Via Sacra che porta ancora i  lastroni romani,

conduce  alla cima dove si vede chiaramente la formazione geologica: la bocca dell'antico vulcano con dentro le tre caldere di cui due sono attualmente il lago di Albano e di Nemi ed la terza si è prosciugata, ma dall'alto, si vede benissimo il suo profilo. Se vi interessa   approfondire andate qui http://www.parcocastelliromani.it/geologia.



La biodiversità di questi luoghi è ancora abbondante Ho incontrato infatti tantissime varietà : queste sono per me nuove e sono  le più interessanti


Coridalys cava



Asphodelus macrocarpus meraviglioso alto cm 120

Orobanche caryophyllacea






giovedì 10 aprile 2014

1° concorso “Maria Vittoria Croce: La Natura con gli occhi del cuore" Scuderie Aldobrandini a Frascati.

con i miei lavori 

chiacchierando con Federico Gemma e Concetta Fiore ( di spalle)



Paola Petrucci con il suo Martin pescatore

Andare all'inaugurazione della mostra  mi è piaciuto in particolar modo sia per l'ubicazione nella meravigliosa Frascati che affascina per le sue ville famose, sia per l'atmosfera  gioviale e serena degli incontri che ho fatto. Tant'è che per vederla bene, nel silenzio, ci siamo ritornate dopo due giorni: proprio per gustare le opere naturalistiche, ma anche  per vedere  i lavori di Maria Vittoria a cui è dedicata la manifestazione. Alcune tavole sono in mostra altre invece, scorrono su uno schermo e siccome non le avevamo potute osservare accuratamente, e sarebbe stata una mancanza, abbiamo fatto ritorno.
Maria Vittoria ha ritratto  fiori, alberi, uccelli : di tutto un po presente nel Parco.
Riflettendo: quanto sentimento deve averla legata ai luoghi.
Ringrazio il Signor Franco che mi ha donato delle cartine e delle guide del Parco che ho veramente gradito.