lunedì 27 agosto 2012

VESPA ?

Ieri ho trovato questo insetto morto.
 é ben conservato e dovrebbe essere una vespa anche se di taglia un pò più grande del solito.
Una buona opportunità per uno studio veloce 
Certo che è complicata: zampe  ed antenne tutte a sezioni con peletti vari, la faccia
composta da tante parti , il corpo da dove partono le zampe è composto da varie sezioni che i peli oscurano. Insomma ........
Ma la cosa che è incredibile è che avvicinandomi con la lente sentivo l'odore della decomposizione. Del resto se è difficile farle quando sono morte, chissà da vive!!!!!!!!!
Quindi non potevo perdere l'occasione.
Da notare comunque che, essendo morta, le antenne sono rivolte in basso e non in alto come dovrebbero.

venerdì 24 agosto 2012

Fundamental Graphite Techniques di KATIE LEE

 Oggi sono felice: da tempo guardavo questo libro




 e finalmente è successo che... la mia amica Monique, venuta direttamente dal Canada,  me lo ha portato. Già l'anno scorso volevo acquistarlo, ma il costo di spedizione era altissimo, praticamente alla fine costava il doppio. Cossicchè alla prima occasione l'ho fatto acquistare direttamente. Ora è qui di fronte a me e sapete che vi dico?....... : ho fatto proprio bene!!!!
Da quando ho visto i lavori della disegnatrice  Tangerini del

Catalog of Botanical Illustrations
Department of Botany, Smithsonian Institution

http://botany.si.edu/botart/artistGallery.cfm?myArtist=Tangerini,%20A&inWindow=no
 mi è ritornato il desiderio di lavorare in graphite e così tutto è andato a ruota.
Chissà perchè? Molte volte coviamo per anni desideri che poi per un susseguirsi di eventi casuali, si materializzano. In questi casi, mi dico sempre:
 si vede che deve essere, non posso fare diversamente!!!! Ed allora eccomi con un nuovo programma.

Vi invito anche a vedere questi:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151103705003287.456914.102652848286&type=3
http://botanicalillustration.blogspot.it/2012/08/film-pencils-on-drafting-film.html

Per il fascino della grafite non si può resistere al desiderio di fare: appena il caldo cala, naturalmente, perchè è impossibile lavorare in questo clima. Però, volendo riflettere, il caldo ha un aspetto positivo: a furia di sudare e bere acqua tutti i liquidi del corpo si sono ricambiati rinnovando le ns cellule e via............... si ritorna in forma!!!!!!!!

sabato 18 agosto 2012